Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

L’avvio delle trattative per il rinnovo del contratto per i dirigenti pubblici

 
È giunto il momento dell’avvio delle trattative su ministeri e agenzie fiscali (si parte domani, mercoledì 9 maggio) per il rinnovo del contratto per i dirigenti pubblici. Il confronto fra ARAN e sindacati non si annuncia affatto semplice (si legge sul Sole 24 Ore), perché in tutte le quattro aree in cui è oggi divisa la dirigenza si incontrano nodi capaci di imbrigliare il confronto. 
In merito all’atto di indirizzo per i dirigenti delle Funzioni centrali c’è molta attesa: infatti il testo sui “ministeriali” (ora esteso ad agenzie fiscali ed enti pubblici non economici) fungerà da battistrada per le materie comuni agli altri settori della Pubblica Amministrazione. 
Sul profilo economico la situazione appare tranquilla, perché anche ai dirigenti il rinnovo contrattuale porta un aumento a regime pari al 3,48% della “massa salariale”: overosia, in media poco più di 3mila euro lordi all’anno, al netto degli oneri riflessi, cioè circa 232 euro lordi su 13 mensilità. Gli aumenti saranno un po’ più alti negli uffici di INPS o INAIL e nelle agenzie, e più bassi negli enti territoriali e nella sanità, in linea le buste paga attualmente vigenti.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.